Home Archivio

 

La ricompensa del digiuno di 6 giorni nel mese
di Shawwàl

Il profeta Muhàmmad, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse: “Chi completa il digiuno di Ramaḍān, quindi aggiunge a esso un digiuno di sei giorni nel mese di Shawwāl, avrà il thawāb [la ricompensa] di aver digiunato tutto l’anno (o come disse, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria) [Ṣaḥīḥ Muslim].
La Sunnah del digiuno di sei giorni nel mese di Shawwāl è raccomandata, ma non obbligatoria.
L’imām an-Nisā‹i e l’Imām Ibn Māǧah [due dei sei Luminari del Ḥadīth, autori di pregevoli Raccolte di Tradizioni profetiche] hanno registrato che il Profeta, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria, disse:
“Allàh moltiplica i benefici per dieci: un mese equivale a dieci mesi e sei giorni, equivalgono a sessanta giorni. È un anno completo.”
In un’altra versione:
“Il digiuno del mese di Ramadàn vale dieci mesi e il digiuno dei sei giorni di Shawwāl vale sessanta giorni, vale a dire un anno completo” (O come disse, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria).
È la stessa cosa digiunare per sei giorni continuamente dal giorno dopo la Festa solenne della Rottura del Digiuno [‘īdu-l-Fìṭri-l-mubārak] e digiunare i sei giorni in modo discontinuo entro e non oltre la fine del mese di Shawwāl. In ogni caso il meglio è attuare questa devozione il più presto possibile.
Riferisce l’Imām Muslim [il Luminare del Ḥadīth, che viene per importanza subito dopo l’Imām al-Bukhārī]:
Disse l’Apostolo di Allàh, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria:
“Chi, dopo aver digiunato nel mese di Ramadàn fa seguire a esso un digiuno di sei giorni è come uno che ha digiunato sempre”. (o come disse, che Allàh lo benedica e l’abbia in gloria).

N.° 179

Shawwàl 1434
Agosto 2013

Sfoglia on-line

Scarica PDF